I.L.O. "UETP Alma Mater" - Università of Bologna


Numero scheda

105

Titolo

Lo stress ossidativo nelle patologie neurodegenerative

Settore

Farmaceutico

Descrizione

Ruolo dello stress ossidativo nelle patologie neurodegenerative (come la malattia di Alzheimer). Quali sono le modifiche che si producono nell’organismo umano in seguito alla liberazione di radicali liberi e qual è l’azione esplicata da quest’ultimi sulle molecole proteiche nelle cellule neuronali. Il morbo di Alzheimer si sviluppa con due diverse forme, quella genetica e quella sporadica (priva di una base genetica nota): nel caso della forma sporadica, collegabile all’invecchiamento, il fattore di rischio è stato riconosciuto nell’espressione della apolipoproteina E.
Altri fattori di rischio sembrano, tuttavia, essere anche la formazione di radicali liberi, e più genericamente di tutti i fattori legati allo stress ossidativo. Obiettivo della ricerca è capire l’attendibilità di tali ipotesi.
Finora la terapia della malattia di Alzheimer è legata al miglioramento della funzione cognitiva che sembra dipendere dal sistema colinergico del sistema nervoso centrale. Vengono usati, quindi, farmaci anti-colinesterasi che cercano di contrastare il deficit colinergico riscontrato nei pazienti, aumentando la quota di acetilcolina. L’unico scopo è, quindi, quello di rallentare la progressione della malattia. Se, invece, lo stress ossidativo risultasse un fattore predisponente, la conoscenza del ruolo di tale fattore potrebbe individuare una nuova finestra terapeutica per la malattia di Alzheimer. L’interesse di tali studi deriva, inoltre, dalla considerazione che in tale ambito di ricerca rientrano anche altre patologie età-dipendenti, come l’ictus ed il morbo di Parkinson, oltre a malattie cardiovascolari degenerative quali l’ateriosclerosi.




I.L.O. "UETP Alma Mater" - Università di Bologna
Tel.: +39 051 2098138 / 2098137
Fax.: 051 2098129
Email: miretta.giacometti@unibo.it

Stampa questa pagina