I.L.O. "UETP Alma Mater" - Università of Bologna


Numero scheda

102

Titolo

Materiali per il manto stradale

Settore

Pianificazione territoriale

Descrizione

- Ricerche sui materiali da utilizzare per il manto stradale.
- Studio dei conglomerati bituminosi sotto l’aspetto della formulazione della miscela per individuare la composizione ottimizzata del mix-design delle miscele bituminose confezionati con inerti a basso peso specifico e con interstrati geotessili, attraverso una metodologia sperimentale. Si intende impiegarla anche per la compattazione delle terre: la metodologia consiste nel compattare con la pressa giratoria, con un diverso numero di giri un materiale incoerente di tipo A4 e uno coesivo tipo A6, misurando successivamente la densità. Gli stessi materiali vengono sottoposti anche a prove di compattazione AASHO, confrontando i risultati con quelli ottenuti con la pressa giratoria e, infine, si valuta come varia la densità con il numero di giri della pressa.
- Studio dei meccanismi e dei risultati della compattazione delle terre con un processo di laboratorio più vicino a quello reale, superando le prove di vecchia tradizione che non hanno un effettivo riscontro pratico e formulando utili indicazioni.
- Riciclaggio delle pavimentazioni bituminose: in passato esso è sempre stato eseguito a caldo in impianti fissi e mobili, ma per questioni economiche e ambientali è stata introdotta la tecnica a freddo. La ricerca studia le miscele di materiale fresato riciclato a freddo con emulsione bituminosa, identificando i parametri più adatti di progettazione delle miscele e in più si intende cercare nuove conferme sull’uso della pressa giratoria per il controllo dei lavori di manutenzione stradale con materiale stradale. Con l’utilizzo della pressa giratoria si esegue un processo volumetrico di ottimizzazione della composizione della miscela in modo da riprodurre il reale comportamento di questo materiale in opera e quindi con lo scopo di continuare le indagini sui conglomerati bituminosi alla luce della nuove tecnologie.
Applicazioni:
- utilizzo di sostanze stabilizzanti, cementizie e bituminose, che migliorano le caratteristiche di resistenza della miscela e ne aumentano la durata e la resistenza all’azione dell’acqua;
- ottenimento di indicazioni sulle caratteristiche del fresato in termini di lavorabilità e addensabilità della miscela, che consente rilevanti risparmi energetici, economici e di materiali.




I.L.O. "UETP Alma Mater" - Università di Bologna
Tel.: +39 051 2098138 / 2098137
Fax.: 051 2098129
Email: miretta.giacometti@unibo.it

Stampa questa pagina