I.L.O. "UETP Alma Mater" - Università of Bologna


Numero scheda

126

Titolo

Fermentazione di microrganismi (enzimi e cellule) per la biotrasformazione di materie primarie in prodotti industriali e bioconversione di sostanze nocive in prodotti innocui.

Settore

Biotecnologia

Descrizione

Microbiologia industriale e campo fermentativo: produzione di proteine eterologhe con un sistema che permette la sintesi delle proteine in condizioni ottimali; messa a punto di un sistema fermentativo per sintetizzare le proteine in modo da rendere alta la produttività con un miglioramento del processo e un abbassamento dei costi grazie all’utilizzo di microrganismi più semplici.
Messa in opera di un impianto di fermentazione per la produzione di lieviti da usare poi come additivi nei mangimi per gli animali o per formare biomassa ad uso farmaceutico e parafarmaceutico. In genere nei mangimi per animali si usano prodotti di scarto, perché più economici e con valore nutrizionale sufficiente. L’economicità dipende dal fatto che le industrie che producono tali scarti sarebbero costrette ad una spesa considerevole per smaltirli, quindi preferiscono venderli ad un costo irrisorio pur di liberarsene. Il siero di latte, per esempio, che per essere smaltito dovrebbe esser essiccato e poi bruciato, si può facilmente eliminare dagli scarti produttivi se lo si trasferisce alle industrie di mangimi per maiali che lo utilizzano per diluire il mangime stesso. Nasce, però, un problema dettato dal fatto che anche se la palatabilità del cibo ottenuto è perfetta, i maiali soffrono di diarrea, poiché la loro flora intestinale viene alterata dal siero. Ciò ha naturalmente ripercussioni anche sulla crescita del bestiame. Ecco, dunque, il perché dello studio sui lieviti saccaromici, prodotti in forma liofilizzata o in panetti, che permettono che non venga intaccata la popolazione batterica dell’intestino: sono stati prodotti anche dei lieviti che crescono nel siero di latte, per poi impiegarli come metodo di profilassi per i maiali che assumono mangimi allungati col siero.
L’economicità è ottenibile attraverso una durata più breve dei tempi di reazione nei processi e tramite la scelta di microrganismi giusti (non inquinati con altri microrganismi e che, una volta ottenuto il prodotto finito, restino cellule vive per almeno un anno). La garanzia di un prodotto di qualità è assicurata dalla presenza di almeno duecento milioni di microrganismi vivi per ogni grammo prodotto.
Applicazioni:
- ottenimento di prodotti migliori e processi più snelli ed economici.




I.L.O. "UETP Alma Mater" - Università di Bologna
Tel.: +39 051 2098138 / 2098137
Fax.: 051 2098129
Email: miretta.giacometti@unibo.it

Stampa questa pagina